Marx può aspettare, la famiglia anche

Marx può aspettare, la famiglia anche

La famiglia. Cos’è la famiglia? Per ognuno di noi è qualcosa di diverso. Può essere amore, calore, benevolenza, ma anche terrore, cattiveria o anche confusione. Per Camillo Bellocchio, fratello di Marco, e protagonista della storia del documentario è proprio questo, confusione. E la famiglia lo viene a scoprire in questo viaggio nel tempo, nelle memorie ..

Old: tra morte, malattia e tempo

Old: tra morte, malattia e tempo

Nel 2019 avevamo visto M. Night Shyamalan chiudere con Glass la sua personale trilogia (iniziata con Unbreakable e proseguita con Split) dedicata ai supereroi; ora, a distanza di due anni, il regista indiano torna a quel genere horror che, mischiato al thriller e alla fantascienza, ha caratterizzato gran parte delle sua carriera (Il sesto senso, ..

Sweet Tooth: un altro mo(n)do è possibile

Sweet Tooth: un altro mo(n)do è possibile

Negli ultimi decenni è sembrato quasi inevitabile, a volte ripetitivo, spesso banale, raccontare l’uomo (e soprattutto la sua umanità) attraverso una rivoluzione delle sue certezze e della sua centralità nel mondo, capovolgendo i presunti equilibri di potere tra il mondo stesso e tra chi lo popola e pensa di dominarlo. È così che l’industria dell’intrattenimento ..

Una Vedova Nera molto poco promettente

Una Vedova Nera molto poco promettente

Vedova Nera segna il ritorno dell’MCU nelle sale cinematografiche italiane dopo anni di gestazione, rinvii e congelamenti, paralisi comuni a molti dei film più potenzialmente funzionali a effettuare quel bramato risanamento tra il silenzio delle sale e un riscontro di massa col pubblico, sperando di esserci lasciati alle spalle la parola “aggregamento” quando questo avverrà. Tra…

Old Boy

Old Boy

Old Boy, capolavoro indiscusso del 2003 di Park Chan-wook torna nei cinema in versione restaurata. Per la prima volta mi approccio a scrivere qualcosa sulla riedizione di un film. Cosa si può dire di Old Boy che non si sia già detto da quando è uscito, quasi vent’anni fa, nelle sale cinematografiche di mezzo mondo? Ha davvero ..

Il Divin Codino

Il Divin Codino

“Il tempo invecchia in fretta” scriveva Tabucchi. Una frase che racchiude tutta la nostra implacabile epoca, costruita di un tempo ingannevole. Un’epoca, la nostra, che sentiamo l’urgenza di vivere in fretta, di raccontare rapidamente, di sconfiggere con impazienza. Nella feroce foga di narrare il contemporaneo con la medesima epicità con la quale favoleggiamo le grandi ..

A Quiet Place – Andrà tutto bene e altre massime della contemporaneità

A Quiet Place – Andrà tutto bene e altre massime della contemporaneità

Esterno. Giorno. Strade vuote. Un pick-up parcheggiato. Potrebbe sembrare una tranquilla giornata di lockdown. E invece, per fortuna, non lo è. Siamo in una qualsiasi cittadina del Midwest statunitense, almeno così l’ho percepita. La partita di baseball tra due squadre di ragazzi ha svuotato la città e gli adulti la guardano dagli spalti mentre alla radio ascoltano ..

È successo ancora? Friends The Reunion

È successo ancora? Friends The Reunion

Quando vidi per la prima volta Friends, ormai quattro anni fa, era appena finito Twin Peaks – Il Ritorno. Iniziai la serie un po’ per circostanza, incuriosito da qualche post sulla mia bacheca di Facebook che mi aveva fatto presente che la famosa sitcom, di cui non sapevo niente, fosse su Netflix. Non avevo mai iniziato e visto una sitcom dall’inizio, e ..

Crudelia e il nuovo villain Disney

Crudelia e il nuovo villain Disney

Estella/Cruella (Emma Stone) dopo aver visto morire la propria madre e ed essersene presa la colpa, va a vivere a Londra dove per sopravvivere si unisce a Horace (Paul Walter Hauser) e Jasper (Joel Fry), altri due bambini orfani, vivendo di furti. Dopo dieci anni Estella riesce a farsi assumere dalla Baronessa von Hellman (Emma ..

The Father

The Father

Nel 1906 a Tubinga si tenne una conferenza psichiatrica in cui un neuropatologo, Alois Alzheimer, presentò il caso di una sua paziente, Augusta D., da lui ritenuto una nuova forma di demenza. La Convenzione si concluse senza nessuna domanda e poco interesse da parte dell’allora comunità scientifica.Un giovane ricercatore italiano, Gaetano Perusini – collaboratore di ..

“Nomadland” o della mancanza del conflitto

“Nomadland” o della mancanza del conflitto

Vorrei premettere subito una cosa: Nomadland (Chloé Zhao, 2020) è a mio modo di vedere un film contraddittorio, ben oltre le intenzioni della sua regista, e lo è perché è un film complesso, pur nella sua sostanziale e classica semplicità. Non è un prodotto che sia possibile liquidare con qualche battuta, argomenti apodittici o un po’ di scadente ..

Nuevo Orden: lo sguardo sul populismo di Michel Franco

Nuevo Orden: lo sguardo sul populismo di Michel Franco

Vincitore del Leone d’Argento alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia e uscito in Italia sulla piattaforma I Wonderfull, Nuevo Orden di Michel Franco ci porta dentro una distopia politica ambientata a Città del Messico, uno scenario che potrebbe avvenire in tempi molto prossimi (i fatti sono infatti ambientati nel 2021). La prima parte del film è ..

Una donna promettente

Una donna promettente

Cassie (Carey Mulligan) è una donna promettente, ma ha mollato la Facoltà di Medicina in seguito a un evento traumatico che non la porterà a diventare medico, ma a intraprendere tutt’altro tipo di missione. Ha trent’anni, lavora in una caffetteria e vive con un padre comprensivo (stranamente niente dad issues qui) e una madre che le regala valigie per ..

Un altro giro

Un altro giro

Il maldestro e sterile tentativo di dare delle etichette di genere all’opera di Thomas Vinterberg non è altro che un infruttuoso sforzo di classificare un prodotto che trascende le dinamiche narrative attraverso un pretesto, che non si pone l’obiettivo minimo di raccontarci una storia, ma che ha l’intento di indagare l’uomo e la sua natura, di investigare il ..

Anna. O delle pandemie.

Anna. O delle pandemie.

Mentre scrivo ho la Covid. Dice: «ecchisenenfrega». Giusto, ma in realtà c’entra. Anna, la miniserie che Ammaniti ha scritto (adattandola dal suo romanzo omonimo del 2015) e cominciato a dirigere prima della pandemia, come un cartello — un paratesto esemplare — tiene a specificare in apertura di ogni puntata, parla di un’epidemia, di una malattia che falcidia ..

logo